logo ls finance

Gli Specialisti della Fideiussione

[vc_row bg_type=”image” parallax_style=”vcpb-vz-jquery” bg_image_new=”525|http://www.ls-finance.com/wp-content/uploads/2015/06/fideiussioni_fisco_header_bkg1.jpg” bg_image_repeat=”no-repeat” bg_override=”full” el_id=”header-chisiamo” el_class=”page-header”][vc_column][vc_empty_space height=”100″][vc_column_text el_class=”custom-lead”]

Fideiussione Provvisoria per Appalto Pubblico

(o Cauzione Provvisoria)

L’art. 75 D.Lgs.163/2006 del Codice degli Appalti disciplina le garanzie a corredo di offerte per la partecipazione a gare pubbliche; tra queste vi sono le cauzioni provvisorie.
La cauzione provvisoria è un atto richiesto dal Committente (o Stazione Appaltante) nei confronti di ogni impresa che abbia l’intenzione di partecipare ad una gara di appalto.

Lo scopo è quello di garantire al Committente che l’impresa aggiudicataria della gara si impegni realmente a sottoscrivere il relativo contratto oltre che a garantire il possesso dei requisiti di ammissione di natura generale (non assoggettabilità allo stato di fallimento, assenza di sentenze passate in giudicato per violazione di normative di natura fiscale, contributiva) e di ordine speciale (capacità tecnica organizzativa e patrimoniale in relazione alla peculiarità del contratto di appalto).

Per gli appalti pubblici, quindi, durante la fase di presentazione delle offerte, i concorrenti dovranno corredare l’offerta con una fideiussione provvisoria per appalto pubblico pari al 2% (o 1% in caso di possesso di una certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee UNI EN ISO 9000) dell’importo indicato nel bando o disciplinare di gara.

La cauzione provvisoria deve avere una durata di almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta. Inoltre l’offerta deve essere corredata dall’impegno da parte del garante di rinnovare la garanzia, per la durata indicata nel bando stesso, nel caso in cui, al momento della scadenza, non sia intervenuta ancora l’aggiudicazione.[/vc_column_text][vc_row_inner][vc_column_inner][just_icon icon=”Defaults-angle-down” icon_size=”36″ icon_style=”square” icon_color_bg=”#ff9700″ icon_link=”url:%23affidabilita||” icon_animation=”fadeIn” tooltip_disp=”bottom” tooltip_text=”Scopri di più”][/vc_column_inner][/vc_row_inner][vc_empty_space height=”50″][/vc_column][/vc_row][vc_row el_class=”grey-section” css=”.vc_custom_1432042001134{background-color: #dedede !important;}” el_id=”affidabilita”][vc_column][vc_empty_space height=”50″][vc_column_text]

AFFIDABILITA’

 

Il brokeraggio di fideiussioni per provvisorie e definitive costituisce una delle attività prevalenti della nostra società. Grazie ad una lunga esperienza maturata ed alla professionalità dei nostri collaboratori, Ls Finance S.r.l. ha gestito finora più di 380 richieste di fideiussione provvisoria per appalto pubblico.
La necessità da parte delle imprese appaltanti di ottenere queste fideiussioni e le tassative scadenze dettate dai bandi di gara ci hanno portato ad adottare un iter di lavorazione che punti su rapidità e qualità del prodotto offerto.
Grazie al nostro ampio portafoglio di convenzioni in essere con Compagnie Assicurative, italiane ed estere, proponiamo ai nostri clienti, in base alle specificità del bando di gara, provvisorie emesse in firma digitale o originale e provviste o meno di autentica notarile. Inoltre, concediamo ai nostri clienti la possibilità di poter inserire direttamente sul portale online dell’ente erogante le provvisorie relative ai bandi a cui intendono partecipare, una volta ottenuto, da parte di quest’ultimo, un affidamento.

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”50″][/vc_column][/vc_row][vc_row el_id=”documenti”][vc_column][vc_empty_space height=”100px”][vc_column_text css_animation=”right-to-left”]

DOCUMENTI NECESSARI

 

Per ottenere gratuitamente un preventivo di cauzione provvisoria entro 1 giornata lavorativa, ci contatti via email all’indirizzo: amministrazione@ls-finance.com
Si prega di allegare alla domanda la seguente documentazione:

  • Bando e disciplinare di gara;
  • Visura Camerale ed ultimo bilancio depositato della società contraente;
  • Carta d’identità e Codice Fiscale dell’Amministratore;
  • Codice Fiscale, Carta D’Identità e Modello Unico di eventuali coobbligati;
  • Modulo di privacy e antiriciclaggio compilato e firmato;
  • Riferimenti del cliente.

In seguito all’analisi della documentazione potrebbe venirvi richiesto di fornire i dati di uno o più coobbligati, da inserire in polizza come garanti per la società.

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”50″][/vc_column][/vc_row]